Archivio mensile:maggio 2012

Vassoio con Magnum P.I. (Tom Selleck)

Standard

Ero bambino, lo sguardo ancora innocente e puro (se mai lo sono stato) eppure c’era qualcosa in Magnum P.I. che mi turbava: la sua pericolosa vita? La sua ironia sfacciata? Il pericolo che di puntata in puntata affrontava tra un cocktail in piscina e la conquista femminile di turno? Nulla di tutto ciò. I baffi! Ebbene sì. Quella folta peluria tra il labbro superiore e il naso esibita come uno scandaloso strumento sessuale. Contrapposto orgogliosamente al pelo di altre zone e di altro genere sessuale, che spesso  sbirciavo in qualche sconcio calendarietto offerto dal barbiere da cui mi portavano.  Pelo che in ogni puntata non ci veniva lesinato alla visione anche in altre zone del corpo del Nostro! Prima che una folle moda decidesse che il pelo fosse superfluo! Tristemente… Anni dopo ritrovai la stessa estetica nei film della casa di produzione Colt. A voi decidere di cercare eventualmente delle immagini a proposito! Attenti però al pelo..e al loro genere sessuale.

Ps: purtroppo ho perso questo delizioso oggetto per poco. Odio profondamente chi l’ha acquistato prima di me

Annunci

Ciucchino Glassato

Standard

Ciucchino Glassato
La violenza estetica, questa volta, si unisce a quella sugli animali: perché i movimenti animalisti non fanno qualcosa?! Più crudele del cappio stretto al collo di questo ciucchino rinvenuto in quel di Arezzo, è la “glassatura” cosparsa quasi a caso sulla terracotta che ne costituisce il corpo. Violenza si unisce alla violenza, oltraggio all’oltraggio, terrore al terrore, ci sarà mai una fine a tutta questa crudeltà?

A Tower for Two

Standard

A tower for two

Una vacanza a Pisa andata a male? Troppe code, troppi turisti, prezzi esorbitanti ovunque? Niente paura, vi potete sempre vendicare su amici e parenti e in particolare su di chi vi ha consigliato una vacanza nella città toscana riportando a casa qualche prezioso souvenir… La torre che pende che pende e mai non vien giù è riprodotta in ogni foggia e in ogni dove e persino in una fedele riproduzione 1:10 che abbiamo visto con i nostri occhi e che ci ha messo in testa l’angosciante interrogativo: “chi può mai essere così spavaldo da portarsela a casa e soprattutto esporla nel proprio soggiorno?!” Ma questa tazza supera qualsiasi altro souvenir riportato dalla sorridente cittadina: una tazza che nel corpo riproduce il complesso di monumenti del Duomo di Pisa e nel manico la famigerata torre. Può tanta violenza estetica rimanere impunita? No, ricordate che pagherete caro, pagherete tutto.

Grazie a Mario Fob Rosati per il contributo. Leggi il resto di questa voce

Eversione estetica al Museo del Cinema di Torino

Standard

Pur non essendo riuscito ad identificare l’immagine contenuta in questo porta foto, la meraviglia e lo stupore mi hanno rapito! In un trionfo di valve e conchiglie varie ecco un oggetto eversivo che fa bella mostra di sè all’interno di una delle stanze ricreate al Museo del Cinema di Torino! L’intento dichiarato è quello di offrire alla vista spazi tipici di un soggiorno italiano all’interno del quale ha trovato posto negli anni lo strumento per usufruire dello spettacolo offerto dal cinema, la televisione. Continuando la lettura del post troverete altre foto di questo ambiente. Con tanto di libreria piena di volumi di Liala cesto di frutta in plastica sul tavolino! adoriamo Leggi il resto di questa voce

Una tazza ciascuno

Standard

Troppo facile forse, in termini di tazza celebrativa, avere una Regina Madre, una Diana versione santino post mortem o giovane e bella accanto a Carlo (giovane e basta) nella foto ufficiale del fidanzamento. Vuoi mettere questa con Sarah e Andrea? Poveretti. Lui nasce già secondo genito e secondo in lista di successione. Si vede retrocedere ogni figlio che nasce al fratello. Poi sposa questa che lo cornifica coram populi e sulle prime pagine di tutti i tabloid del mondo (mentre succhia il pollice ad uno che non è lui…). Insomma! Noi eversori estetici amiamo anche la sua regal sfiga!