Archivi tag: uccelli

From Paris with love

Standard

Parigi, si sa, ha due principali attrazioni, la seconda è la Tour Eiffel. E se gli appartenenti alla specie maschile vanno nella ville lumiére per la prima, di cui trovano abbondante distribuzione lungo il Boulevard de Clichy, alle signore non resta che concentrarsi sulla seconda. Allo scopo è stato concepito un giocattolo erotico sulla cui sommità è montato un fallo di plastica, che può essere fatto passare facilmente per uno spiritoso souvenir ed è tranquillamente acquistabile nel quartiere a luci rosse della capitale francese.
In lingua d’oïl computer si dice ordinateur, sullo stesso ordine di idee, il dildo (che in italiano chiamiamo più spesso vibratore, rischiando di generare confusione, perché ci sono anche vibratori che hanno altre funzioni) viene chiamato stimulateur. Così, quando vi presentate alla dogana aeroportuale e vi chiedono se avete “un ordinateur”, nella tensione del momento, potreste anche rischiare di fare confusione e tirare fuori dalla valigia la collezione di stimulateur che avrete acquistato a Pigalle. Fate attenzione.
In ogni caso, se non avete avuto il coraggio di entrare in un sexy shop parigino per acquistare lo stimulateur a forma di Tour Eiffel, potete sempre farlo andando sul sito shopoon.fr, dove ne troverete di tutti i colori.

Ringraziamo Roberto “Kalamun” Pasini per la segnalazione.

Cigno Nero

Standard

Cigno Nero

Per te, Cigno Nero che perfida sogni di librarti nell’aria al di sopra di tutti gli altri cigni bianchi, mediocri comparse che affollano la tua esistenza e che ingombrano la vista al tuo splendore, il giusto piedistallo per la tua maestosa eleganza non può che essere questo paio di scarpe. Rigorosamente con i tacchi alti.

Trovato su Parole per aria.

Gufo Cleopatra

Standard

Gufo CleopatraIl motivo che ha spinto questo… “artista” a rappresentare un gufo in guisa di Cleopatra, o la regina d’Egitto in forma di gufo ci sfugge.  Forse voleva così rappresentare la supposta saggezza di una figura femminile dell’antichità? Certamente, invece, poca saggezza dimostra chi l’ha acquistato per regalarlo a una coppia di sposini novelli, che sogneranno di contraccambiare mettendo un aspide sotto le lenzuola del proprio ospite…

Eversioni archeologiche

Standard

Ceramica Moche

Gli archeologi, ritrovando durante i loro scavi rappresentazioni di organi genitali e rapporti sessuali espliciti, nella fattispecie quelli appartenenti all’antica cultura sudamericana Moche, si interrogano sullo scopo e l’origine di tali manufatti. Solitamente sono portati a pensare ad un uso religioso o umoristico, ma quel che più facilmente vien da pensare è che gli antichi sapessero divertirsi molto più di noi. Ma c’è un interrogativo più angosciante che davanti a tali ritrovamenti gli studiosi non si pongono: che cosa penseranno di noi i posteri davanti ai pagliacci tristi in vetro di Murano?!

Da oggi non è più peccato

Standard

Cross DildoPer secoli preti e suore hanno fustigato la sana pratica della masturbazione, condannando chi vi si dedica alla dannazione eterna e creando devastanti sensi di colpa. E con essa tutti gli strumenti utilizzati per questa pratica peccaminosa sono stati messi al bando come strumenti del Demonio. Oggi non è più così grazie all'”Intervento Divino” che ha permesso di unire l’utile al dilettevole, utilizzando le figure sacre per costruire dildo e altri ammenicoli utili all’autoerotismo (soprattutto femminile, ma non solo) e alla solitaria (ma perché no, anche in compagnia) soddisfazione dei sensi. In questo modo, mentre si pecca si prega e viceversa, annullando gli influssi demoniaci ed esaltando gli effetti paradisiaci. Così non è più peccato.

Li trovate qui: divine-interventions.com

Boccuccia

Standard

tumblr_mgmmodgVvX1qccpz7o6_500

 

Questo squisito pezzo di ceramica è da solo riuscito a creare in me un cortocircuito di senso, una vertigine estetica dalla quale ancora fatico a riprendermi. Tali e tante le implicazioni semantiche che sottendono questo soprammobile, da lasciarmi incapace di dare un ordine alle troppe idee che affollano l’uscita dalla testa. Una vetero sirena ottocentesca con tanto di boccuccia dannunziana? Un pasticcio decorativo, color pastello, evocativo di impronunciabili doppi sensi alla Palazzeschi? Un ninnolo che Nonna Speranza ha dimenticato d’elencare tra i suoi preziosi da salotto? Non lo so e non mi interessa. Attonito rimiro e sereno vi invito come sempre alla conversione sulla via del damascato!

Leda e il cigno

Standard

Manufatto (?) in ceramica di sentore romantico. Incantato sortilegio da mobile del salotto: forse ideale rifugio per le chiavi di scorta, di sicuro magnificenza da esibire per le occasioni migliori. Un oggetto che scuote dalle fondamenta ogni cor d’eversore estetico, lanciato di conseguenza verso le rime della Argia Sbolenfi! Leggi il resto di questa voce